VALENTINA E L’ARRAMPICATA

Lunedì 13 maggio ho fatto allo Sportler di Silea (Treviso) l’esame per diventare AIUTO ISTRUTTRICE DI ARRAMPICATA. Ero un po’ preoccupata, perché non sapevo in cosa consisteva e non sapevo che cosa mi avrebbe fatto fare l’esaminatore di arrampicata, che speravo fosse Valerio di TravelSport, il mio istruttore. Quando è arrivato Maurizio, ero molto emozionata, perché non sapevo chi era l’esaminatore, ma poi mi sono messa tranquilla perché alla fine sapevo cosa dovevo fare.

Ho aspettato che Maurizio si preparasse e dopo che mi sono preparata anch’io, mi ha fatto salire in una delle varie pareti di arrampicata di Sportler,  perché voleva vedere come salivo in parete usando la mia tecnica per le mani e per i piedi.

Quando sono scesa, abbiamo fatto all’incontrario: io dovevo fare da sicura a Maurizio e lui doveva arrampicare facendo la mia stessa via, perché lui voleva vedere come gli facevo da sicura. Quando dovevo fare sicura a Maurizio ERO MOLTO CONCENTRATA PER NON SBAGLIARE. Finito l’esame ho aspettato che Maurizio valutasse come era andata la prova.

Alla fine ci siamo seduti sul tavolo del bar, gli ho chiesto se SONO STATA PROMOSSA e lui mi ha risposto di SÌ. Ero emozionata perché era la prima volta che dovevo fare questo tipo di esame e mi è piaciuto molto.

VALENTINA STRINGARI

E noi che Valentina la conosciamo (e di questo ci vantiamo) possiamo solo condividere il suo orgoglio e farLe tutti i nostri complimenti, ma eravamo sicure, che come sempre, avrebbe raggiunto il suo obiettivo.

BRAVA VALENTINA!!!!

Questa voce è stata pubblicata in Arrampicata Inclusiva, Uncategorized. Contrassegna il permalink.